Le porkeriole di Flavia

diario e fantasie di una scrittrice di bella presenza

Tutto in un attimo

Flavia dal 2005 pubblica con l’editore  Enstooghard, del dr.Hans Stortoghårdt, in Borgergade 9, 1300 København

dal mio diario di martedì 26 novembre 2019 – scritto alle 21:30

La postazione in cui scrivo le mie storie è fra la porta-finestra della terrazza e il grande letto che accoglie il riposo e l’amore di tutta la famiglia: io, Sìmone e Oscar.

Ho lanciato la Sinfonia Fantastica di Hector Berlioz a tutto volume e mentre mi godo la potenza orchestrale di questo capolavoro di musica, batto sui tasti il pregnante amplesso fra le lingue di Giuly e Michela. Le parole mi escono generate dalla dinamica armonica del brano e questo suscita in me un’enorme eccitazione, tanto che tengo in lungo l’amoreggiare fra le protagoniste della mia storia.

Scrivo di getto con una mano sola. Con l’altra mi tocco e mi do piacere.

Sono sola in casa e non mi dispiace. I miei concubini sono altrove: Oscar, all’allenamento della sua squadra di basket. Sìmone, ha una riunione del consiglio di amministrazione delle aziende di famiglia.

Ho alzato al massimo la temperatura del termosifone e mi sono denudata. Per me è la condizione migliore per scrivere. Lo so, è un vizio.… ma è un antico vizio.

Sono in un punto in cui una delle protagoniste sta ricevendo piacere dalla bocca dell’altra, mentre appoggiata al davanzale della finestra, saluta questo e quella che passeggiano sul sottostante corso del paese. Un erotico impegno in quanto, questa, deve trattenere i gemiti e le esternazioni di godimento. È una delle penitenze che le ragazze hanno messo in palio facendo un loro gioco per erotizzare la giornata.

La trama del racconto fila che è un piacere.

La musica mi ha preso e quasi mi commuove.

Sobbalzo. Da dietro due mani mi prendono le poppe e me le palpano come so fare anch’io per darmi il godimento. Una lingua scorre sul mio collo.

Se non fosse che ne ho riconosciuto il profumo urlerei.

Non so dove abbia trovato tutta quella forza Sìmone ma mi sta sollevando. Adesso, sono in piedi e mi sta spingendo verso il letto. Mi ci lascio cadere.… Voi non fareste la stessa cosa?

È sopra di me. Sono a gambe aperte. Bocca aperta. La sua lingua contro il mio palato. Due sue dita sono già fra le mie grandi e umide labbra.

È meraviglioso!

Così, però, non può andare. È vestita di tutto punto. Giubbotto di pelle compreso. Sempre cercando di trattenere la piacevole sua mano fra le cosce, provo a mettere a qualche parte del suo corpo. Ardua impresa. Mi rassegno e mi nudo concentro sulle gioie che sto ricevendo dalle sue dita e dai suoi baci.

È brava, Sìmone! Non c’è nessuna che nel ditalino riesca a tenerle testa… Delicata e inesorabile! E io vengo.

Non ci eravamo ancora scambiate una parola. Si ricompone e mi fa:

«C’è stato un break alla riunione. Tutti sono andati a prendersi uno snack al bar. Io avevo voglia di vederti impazzire.» Poi se ne va.

Non so tu, ma…

Io, molte volte, dopo l’amore, debbo saziare il resto del corpo. Forse è per questo che mi mantengo rotondetta.

E così, andatasene Sìmone, scendo e, in cucina, incomincio ad imburrarmi fette biscottate che condisco con saporite aciughe.

L’orgasmo che mi hanno regalato le agili dita di Sìmone ha mutato le mie attese musicali e alle graffianti note della Fantastica, faccio seguire una serie di brani chopiniani interpretati dalla grande Martha Argerich. E la casa viene avvolta da un’aura di dolce serenità.

E’ il momento di un buon bicchiere di vino. Fosse solo uno?

Quando mi sento sazia di burro ed acciughe la buona bottiglia di Sauvignon è quasi seccata. La sgocciolo, anche perché, secondo un’antica saggezza, lasciare rimasugli di vino pare non porti bene.

Faccio per tornare al mio PC per andare avanti con la mia intrigante storia. Senonché sento il rumore di una chiave che gira nella toppa.

Mi blocco e inaspettatamente mi vedo innanzi Oscar, che grottescamente, ha fra le labbra una rosa gialla. Lo stesso colore di quella con cui si presentò la prima volta che accettò di prendere l’aperitivo da me.

Mi scappa da ridere ma non posso che andargli incontro festosa.

Divampa un incendio. Oscar, risparmia le parole e usa la bocca per invadere la mia. D’altra parte trovandomi lì senza alcun che addosso, non vedo cos’altro possa venirgli in mente.

Il divano è lì a portata di mano. Mi stringe forte ma sento anche che armeggia con lo zip dei suoi jeans. Li vedo a terra mentre riconosco contro il ventre la consistenza e il calore del suo cazzo.

Sono già sdraiata e lui è dentro di me.

Non mi ha ancora detto una parola. È tutto un dentro/fuori la mia passera: fantastico!

Sborra quasi subito ma non smette di trombare. E mi fa venire… venire… venire! Lacrimo di piacere.

Si asciuga l’uccello con un fazzoletto e si riveste. Non ha ancora detto una parola. La rosa gialla giace a terra dimenticata da tutti. Sono furiosa:

«Siete tutti impazziti.… Cosa avete preso la mia figa per un’acquasantiera? Dove tutti tocciano.»

E finalmente sento la sua voce:

«Avevo una voglia matta di te. Ho marinato anche l’allenamento.»

«Questa si chiama violenza! – si sta allacciando le scarpe – Non hai chiesto ne permesso prima, ne scusa dopo.… E adesso dove vai? Mostro.» gli grido contro.

«Faccio un salto su dai miei. Gli dico che questa notte non dormo a casa e torno.»

Resto con la mia espressione imbronciata mentre la porta si richiude dietro di lui.

Torno al mio racconto. Sto così bene che non ho più voglia di immergermi nelle beghe sentimentali delle due protagoniste. Salvo il file e mi infilo sotto le coperte. Chissà?

Óscar è un ragazzo di parola.

©FlaviaMarchetti2019

GigitoPC informatica indirizzo: via Argentina Altobelli 28, 40133, Bologna (Solo su appuntamento) GigitoPC informatica indirizzo: via Argentina Altobelli 28, 40133, Bologna (Solo su appuntamento) Icona storia GigitoPC informatica telefono: 348.09.33.582 GigitoPC informatica telefono: 348.09.33.582 GigitoPC informatica whatsapp: 348.09.33.582 GigitoPC informatica whatsapp: 348.09.33.582 GigitoPC informatica email: info@informaticabologna.it GigitoPC informatica email: info@informaticabologna.it Icona freccia destra Gigitopc informatica Facebook Profilo social Facebook Gigitopc informatica Gigitopc informatica Twitter Profilo social Twitter Gigitopc informatica Gigitopc informatica Linkedin Profilo social Linkedin Gigitopc informatica Gigitopc informatica Pinterest Profilo social Pinterest Gigitopc informatica