Le porkeriole di Flavia

diario e fantasie di una scrittrice di bella presenza

Potrebbe saltarne fuori un guiness

L’Autrice

FLAVIA MARCHETTI

Vincitrice del Premio Saffo Terzo Millennio, XIX edizione, 2019, Flavia Marchetti dal 2005 pubblica con l’editore Enstooghard Ltd – København

©La FlaviaMarchetti 20223

È lunedì. giorno successivo alla festa lsb di Palazzo Bompani. Per tutti, un lunedì. Non per la Matther & Daughter SpA.

Sono le 9 e io sono già al computer a riassumere in una cartella per il Sindaco, come era andato il TangoTrasssgresivo/2023. In 37 righe relaziono tutto quanto Lui  avrebbe voluto leggere. Se le cose fossero andate proprio come descritto. questo poi glielo racconterà meglio Lidia che aggiungerà i nomi delle presenti, ora tutte socie dell’Associazione che Lui auspicava.

Il Capo, ovvero Mamma oggi non c’è. E io ho bisogno di distrarmi. Urlo:

<Marilù!>.

Marilù arriva agitando il suo inquieto culo. È allegra, sorridente. Il segnale che nella notte ha ricevuto quanto desiderava.

A dire il vero io ero accanto a lei. Ma l’appagamento che avevo raggiunto da quanto mi era stato donato, aveva blindato il mio sonno. Avevo dormito profondamente, senza percepire nulla di quanto accadeva accanto a me. Sullo stesso letto.

Cronometricamente alle 7 ero in piedi. Doccia, un po’ di trucco. Colazione nella sala del buffet. Qualche bacio a Lidia e Giuly. Poi con Marilù ci eravamo separate da Sara… Lei andava a riprendersi l’auto, parcheggiata in periferia, e a Firenze, dove vive:

<Stanotte mi ha fatto impazzire, mentre tu russavi sonoramente. Mi ha presa tre volte: sempre da maschio. Due volte in culo poi in bocca. Che ho voluto io, per farglielo ammosciare almeno per il tempo che deve pensare alla guida. Se no a quest’ora sarei stata ancora là con qualcosa di suo nel culo. Sara adora i culetti lesbici. Mi ha detto che dove vive è molto ricercata dalle MILF che apprezzano tanto quellesuberante abbondanza trasgressiva che propone... Poi hai tu stessa visto? Come femmina si presenta beneSmilza, slanciata, con un bel paio di tette. Che le sono costate un patrimonio.
Credo che a
nessuno sia venuto il sospetto che in sala ci fosse un cazzo. E che cazzo! Un .vero ariete per fighe e culi vogliosi!>.

Strada facendo, incrociamo un bar che dall’aspetto promette buoni caffè. Vi spingo dentro la cucciola che non vedeva l’ora di abbuffarsi su una coccolata in tazza, a cui  aggiunge due abbondanti cucchiai di zucchero e panna:

<Sei in dieta?>.

Lhiedo sorridendo.La risposta porta a un fine che non ha niente a che fare col suo essere abbondante e con tette e culo ridondanti:.

<A Sara piacciono le ragazze grassocce. Io ci tengo a piacerle>.

<Fai bene. È importante piacere a chi ti dà piacere>.

<Cosa ne dici Flà di me, che mi son messa con una trans femmina?… Da quando ha cominciato a palpitarmi la figa, non ero ancora riuscita a capire se volevo godere da etero o da lesbo ma non sapevo decidermi. E dovevo pure mettere in gioco l’imene e la verginità che non possedevo più. ha provveduto due anni fa il convivente di mamma mia… Mi ha sgnaccato prima in figa Poi in culo il suo orrendo uccello. Un male cane! L’ho stramaledetto e insultato per un giorno intero. Gli ho detto anche che l’avrei denunciato. Poi non l’ho fatto. Erano i giorni in cui avevo iniziato a chattare con Sara. Ieri, grazie a te, abbiamo coronato il nostro sogno. Mi ha chiavata e inculata, dopo quasi due anni di sesso virtuale. Mi vien quassi da piangere per la gioia!>.

E succede. La stringo a me con affetto. Ci scappa anche un bacio. che nessuno rileva.

Pago. Ce ne andiamo.

Siamo nei pressi delle Due Tori. Il resto della strada la compiamo mano nella mano. Ogni tanto ci si guarda. Scatta un sorriso.

Passiamo innanzi alla porta del  palazzo dove vivo. Sulla soglia Francesco, il portinaio, sta chiacchierando con Anghela, la coinquilina tedesca. Più lesbica di me … Lui non l’ha ancora capito e continua a farle il filo. Quando sono loro di fianco, provoco:

<Insisti Franz. se ti dirà mai di sì tiri su una scopata meravigliosa>.

<Sarà come la leccata che tirerai su, tu, dalla bambina che ti porti appresso>.

Toglie lo sguardo dal culo di Marilù che l’ha incantato. Sorride.

Mi viene un’idea.

Mi avvicino a un orecchio della cucciola per bisbigliarle:. <Rimorchiamo la

bionda tedesca e ce la facciamo su da  me, a tre? -e spiego – Quanto sia porca non lo sa valutare neppure lei.e le domando – Ti picciono i crauti?>.

<Perché me lo domandi?>.

Domanda stupita.

<Perché a leccarle la figa, salta sempre fuori questo odore/sapore>.

Waw! Vado matta per ‘chucrutte’ e cavoli. Fatti in qualsiasi maniera. Forse come li arrangiano le tedesche non li ho mai gustati. È l’occasione per farsene una spanciata. Waw!>

Il sorriso di Marilù e un suo movimento del capo che mima il leccar di figa, non lascian dubbi. Il rimorchio di Anghela s’ha da fare.

<Non sarà compreso nel rimorchio anche il maschietto che chiacchiera con lei?

Ha così un’aria da oca morta!>

<Di lui non cè da preoccuparsi. Se hai fatto caso… Appena ha visto la truce moglie affacciarsi sulla soglia del civico 23 a cercarlo con lo sguardo, ha immediatamente mollato la preda per dedicarsi servilmente alla consorte. La povera Anghela ei è ritrovata sin mezzo l marciapiede a parlare da sola>

<Fa il galletto, poi scompare, senza neppure salutare>.

Si lamenta con noi

Anche Anghela è entusiasta di fare del fighino di Marilù, un sorbetto per aperitivo alla chucrutte che tiene sempre pronta in frigo.

Veloce linguainbocca per suggellare le prospettive della serata e, in grande allegria, ci rinchiudiamo nell’ascensore.

Subito. Marilù lancia un eloquente segnale di quel che s’aspetta da noi che siam femmine da più anni dei suoi 16. Con mossa precisa sfila gli slip e ce li cosegna, dicendo:

<Quando sarete stanche di me, me li riconsegnerete.>.

<Non ti conosco ancora, ma mi hai già convinta che sarai porca al punto giusto. Li terrò io, per sempre come un tuo buon ricordo.>.

Marilù:

<vorrà dire che quando mi verrà voglia di cavoli o della tua figa verrò a vedere come stanno le mie mutandine>.

<Cosa centrano i cavoli con la mia fica? Benedetti ragazzi non si capisce mai cosa vogliono fare?>

Gli  slip, un po’ sono umidi. Anghela li annusa. Ad occhi socchiusi ne carpisce ogni effluvio… Se li struscia su tutto il volto… Viene a me baciandomi per dirmi:

<H ai sempre l’idea giusta nel momento giusto.>.

Mezz’ora dopo eravamo nude, stese sul Buchara, in un trenino erotico. Avevamo pisciato… Ognuna aveva spogliata le altre… Fatto linguainbocca con tutte le lingue.

Ce le siamo accarezzate con struggente passione. Bagnate già lo erano… Sono divenute fradice e viscide. L’ideale per il ditalino comunardo.

Quelle di Marilù nella polposa fica di Anghela. Che ha messo tre delle sue, con le nocche ben pronunciate, a far godere la fighetta dellacucciola.

Le mie tre, molto affusolate e lunghe, hanno forzato le teutoniche chiappe di Anghela che, con un profondo sospiro ha permesso al suo buco del culo di spalancarsi… Lascio che il suo culo le inghiotta. Scalpita. Sciorina litanie teutoniche.

Marilù si lamenta che non ci siano lingue in gioco. Mi fiondo tra le sue Cosce. Gliele mordicchio. Faccio combaciare la bocca alla sua figa. Mi metto a Leccare. Fa altrettanto Anghela, venendo. Va a sgocciolarla proprio nella bocca della cuccioletta che ingoia. Contenta:Non è che domenica che torna  il mio Sara a trovarmi possiamo passare qui da te a ripetere quanto stiamo facendo ora.  Se poi volete approfittare del suo uccello. Io non avrò niente da dire.

Sia io che Anghela la ringraziamo per la disponibilità con cui mette a disposizione il cazzo della sua amante e le promettiamo di prenderla assieme. Io dallla fica. Anghela per il buco del culo.

Lascia un commento

GigitoPC informatica indirizzo: via Argentina Altobelli 28, 40133, Bologna (Solo su appuntamento) GigitoPC informatica indirizzo: via Argentina Altobelli 28, 40133, Bologna (Solo su appuntamento) Icona storia GigitoPC informatica telefono: 348.09.33.582 GigitoPC informatica telefono: 348.09.33.582 GigitoPC informatica whatsapp: 348.09.33.582 GigitoPC informatica whatsapp: 348.09.33.582 GigitoPC informatica email: info@informaticabologna.it GigitoPC informatica email: info@informaticabologna.it Icona freccia destra Gigitopc informatica Facebook Profilo social Facebook Gigitopc informatica Gigitopc informatica Twitter Profilo social Twitter Gigitopc informatica Gigitopc informatica Linkedin Profilo social Linkedin Gigitopc informatica Gigitopc informatica Pinterest Profilo social Pinterest Gigitopc informatica